Statuto

ARTICOLO 1
È costituita in Roma un’Associazione culturale, apolitica, senza fini di lucro denominata “Società Italiana di Ricerche in Chirurgia” ( S.I.R.C.).

ARTICOLO 2
La Società ha lo scopo di riunire gli studiosi delle Ricerche in Chirurgia al fine di promuovere il progresso delle medesime Scienze nel campo sperimentale,clinico e sociale; di facilitare i rapporti di collaborazione tra i soci; di stabilire relazioni scientifiche con analoghe associazioni italiane ed estere; di tutelare il prestigio e gli interessi legittimi degli studiosi delle Ricerche in Chirurgia.
In particolare, la S.I.R.C. si propone di operare in collaborazione con la Società Italiana di Chirurgia, di contribuire alla formazione dei chirurghi e del personale sanitario e di promuovere la realizzazione di strutture intra ed extra universitarie per lo sviluppo delle ricerche in Chirurgia.

ARTICOLO 3
La Società ha la propria sede amministrativa nella città in cui risiede il Presidente della Società medesima.

ARTICOLO 4
Il patrimonio della S.I.R.C. è costituito con le contribuzioni dei soci, con i prodotti eventuali della stampa, con donazioni e lasciti che possono pervenire alla Società.
I beni della Società debbono essere trascritti in speciali inventari. Le rendite patrimoniali sono erogate per le spese di amministrazione, per le spese di adunanza, per le spese di pubblicazione dei lavori scientifici e di opere didattiche.
Le somme provenienti dalle donazioni e dai lasciti debbono essere impiegati in titoli di Stato o garantiti dallo Stato. Le somme necessarie ai bisogni della società debbono essere depositate ad interesse presso le casse di risparmio postali, ovvero presso Istituti di Credito designati dal Presidente della Società. Alla Società è vietato distribuire anche in modo indiretto eventuali utili o avanzi di gestione.

ARTICOLO 5
La S.I.R.C. è costituita da:
a) Soci fondatori; b) Soci ordinari; c) Soci corrispondenti stranieri; d)Soci onorari.
Soci fondatori sono coloro che hanno fondato la Società.
Soci ordinari sono, oltre i fondatori, i laureati in Medicina e Chirurgia ed i laureati in Scienze Biologiche i quali conducono ricerche d’interesse chirurgico. I soci ordinari devono corrispondere una quota annuale nella misura stabilita dall’Assemblea e hanno diritto ad elettorato attivo e passivo.
Come soci corrispondenti possono essere nominati laureati stranieri i quali conducono ricerche in Chirurgia e collaborano, attivamente, ai lavori della Società. Essi non corrispondono alcuna quota e non hanno diritto all’elettorato attivo e passivo. 
La nomina dei soci ordinari, su esplicita domanda, dei Soci corrispondenti e onorari, viene fatta dal Consiglio Direttivo su proposta di due Soci ordinari; la nomina dovrà essere confermata dall’Assemblea.

ARTICOLO 6
La cessazione dei Soci ordinari può verificarsi:
per dimissioni;
per mancato pagamento delle quote sociali da oltre due anni;
per fatti o attività che portino il Socio in contrasto con i fini e gli interessi del Sodalizio;
la revoca della nomina di Socio avviene su proposta del Consiglio Direttivo o di almeno 15 soci che ne facciano richiesta e pronunciata da almeno i 2/3 dei soci presenti all’Assemblea, con voto segreto ed ascoltato l’interessato.

ARTICOLO 7
Sono organi della Società:
L’Assemblea generale;
Il Consiglio Direttivo;
Il Presidente;
I Sindaci.
L’Assemblea generale è costituita dai Soci ordinari.

ARTICOLO 8
La Società è diretta ed amministrata da un Consiglio Direttivo composto da 15 membri e precisamente:
un Presidente;
un past-President;
un Presidente eletto;
dieci Consiglieri (tra i quali due Vice Presidenti nominati dal Consiglio Direttivo);
un Segretario Generale; 
un Segretario Tesoriere.
Il Consiglio Direttivo dura in carica per due anni ed i Consiglieri possono essere rieletti per un solo biennio successivo.
Il Presidente della Società ha la rappresentanza legale e morale della Società stessa a tutti gli effetti, potrà delegare, di volta in volta, la rappresentanza della Società ad uno dei due Vice Presidenti e non potrà essere eletto nel biennio successivo.
In caso di assenza o di impedimento del Presidente la rappresentanza della Società spetterà al Vice Presidente o di necessità al Consigliere più anziano d’età.
Il Consiglio Direttivo si riunisce, oltre che in occasione delle assemblee della Società, su richiesta del Presidente o di quattro membri del consiglio, comunque non meno di due volte l’anno.

ARTICOLO 9
L’Assemblea dei Soci viene convocata dal Consiglio Direttivo almeno una volta all’anno. Il Consiglio Direttivo è tenuto, tuttavia, a convocarla in ogni momento su domanda di almeno un quarto ( ¼) dei Soci.
Il Consiglio Direttivo deve presentare ogni anno all’Assemblea una relazione sull’attività della Società e sulla situazione finanziaria; deve presentare,inoltre, alla stessa, per l’approvazione, il bilancio consuntivo e quello preventivo. E’ compito dell’Assemblea deliberare sui problemi posti all’ordine del giorno e di procedere alle elezioni del Consiglio Direttivo e di tre Sindaci.

ARTICOLO 10
Una volta l’anno verrà tenuto il Congresso Nazionale nel luogo e con le modalità che verranno stabilite dal Consiglio Direttivo.
Riunioni scientifiche straordinarie in Italia e all’Estero potranno essere tenute o per iniziativa del consiglio Direttivo o su proposta dei Soci, fatta propria dal Consiglio medesimo.

ARTICOLO 11
Il presente Statuto potrà essere modificato soltanto previa iscrizione all’ordine del giorno dell’Assemblea secondo le disposizioni di legge su proposta del consiglio Direttivo o di un quinto ( 1/5 ) dei soci ordinari. In questo caso si potrà procedere alla convocazione di una assemblea straordinaria.
Le modifiche statutarie non potranno avvenire se non con l’approvazione della maggioranza dei tre quarti ( ¾ ) dei Soci ordinari partecipanti all’assemblea.

ARTICOLO 12
Lo scioglimento dell’Associazione è deliberata dall’Assemblea, la quale provvederà alla nomina di uno o più liquidatori e delibererà in ordine alla devoluzione del patrimonio. Per deliberare lo scioglimento della Società e/o la devoluzione del patrimonio ad altre Associazioni con finalità analoghe occorre il voto favorevole di almeno tre quarti ( ¾ ) dei Soci.

ARTICOLO 13
Il presente Statuto sarà integrato da un Regolamento.

ARTICOLO 14
Per tutto quanto non previsto dallo Statuto e dal Regolamento si applicheranno le vigenti disposizioni di legge in materia.